Pranayama e Meditazione

Pranayama e Meditazione

Viviamo in una società frenetica e schizofrenica che non ci ha educato a fermarci ed ascoltare il nostro Respiro. Durante la giornata infatti spesso si sta in apnea, o il respiro è molto corto e veloce. Il 99% delle persone non sa respirare, ossia non applica la respirazione naturale che parte dal ventre gonfiandolo in inspirazione e contraendolo in espirazione, ma applica la respirazione opposta e inversa. Questo modo errato di respirare contribuisce al nostro malessere sia fisico sia mentale. Stanchezza, stress, ansia, depressione, spesso sono dovuti ad un errato modo di respirare, che è veloce e corto, invece di essere lento e profondo. Yogi Bhajan a tal proposito affermava: "più lungo è il tuo respiro più lunga sarà la tua vita".
Ecco quindi la necessità di riappropriarsi del respiro, di diventarne consapevole e di ascoltarlo.
Gli antichi yogi conoscevano l'importanza del respiro tanto che ne hanno studiati diversi modi e tecniche che a secondo del loro utilizzo hanno un determinato effetto sul nostro corpo e sulla nostra mente.
Prana significa energia, forza vitale, respiro. Con la parola ayama si intende invece "espansione", ma anche "contenimento, controllo"; Pranayama significa quindi estensione e contenimento della dimensione del prana. Attraverso il respiro controllato possiamo pertanto assorbire e indirizzare l’energia vitale nel corpo, rendere la mente stabile e raggiungere un livello superiore di coscienza. Se ne deduce quindi che respirare in modo consapevole e non meccanico è già un atto meditativo.
Incomincia anche tu a respirare, non avere paura di entrare in contatto con te stesso, scoprirai un mondo meraviglioso che ti farà sentire meglio con te stesso e con quello che ti circonda.
Percorsi personalizzati da 1 h.
Da settembre/ottobre lezioni di gruppo seguimi sui social @naturalyogahealing

Simona Benazzi

 
Indirizzo

Via Massenzio Masia, 3/4 - Bologna

 
E-mail
 
Telefono